Until Dawn

Until Dawn

Until Dawn è un videogioco survival horror sviluppato da Supermassive Games e pubblicato da Sony Computer Entertainment in esclusiva per PlayStation 4.

TRAMA – La trama è senza dubbio il punto di forza dell’intero gioco, di conseguenza cercheremo di non cadere nella fastidiosa pratica degli spoiler. Un gruppo di ragazzi si ritrova in una baita in montagna per passare le vacanze. Uno scherzo ai danni di una delle donne si trasformerà in tragedia, causando il decesso di due sorelle. Un anno dopo, la compagnia si riunisce nello stesso chalet, posizionato sulla cima di una montagna raggiungibile solamente tramite l’utilizzo della funivia. Inutile sottolineare che la presenza di un ricercato e un terreno di appartenenza ai Nativi Americani metteranno in gioco diversi fattori che ravviveranno la nottata degli otto ragazzi.

Until Dawn

PERSONAGGI – I modelli poligonali legati ai personaggi vanno a ricostruire perfettamente gli attori reali scelti per l’occasione:
– Samantha “Sam” (Hayden Panettiere): era la migliore amica di Hannah. Nel prologo la vediamo cercare di avvertire l’amica dello scherzo, e durante il gioco si dimostra la più atletica del gruppo, nonché la più saggia e riflessiva nelle situazioni più dure.
– Joshua “Josh” (Rami Malek): è il fratello di Hannah e Beth. Al momento dello scherzo era addormentato ubriaco assieme a Chris. È lui ad organizzare il ritrovo dopo un anno.
– Christopher “Chris” (Noah Fleiss): è molto spiritoso e scherza sempre. È il migliore amico di Josh. Ha una cotta per Ashley.
– Ashley “Ash” (Galadriel Stineman): è schietta, curiosa e impulsiva. Ha una cotta per Chris.
– Michael “Mike” (Brett Dalton): era il ragazzo di cui Hannah era innamorata. Prima fidanzato con Emily, poi con Jess. Bello, simpatico e spiritoso. Si dimostrerà coraggioso dopo che Jessica verrà catturata dal Wendigo.
– Jessica “Jess” (Meaghan Martin): è bionda, bella e sicura. È la nuova ragazza di Mike.
– Emily “Em” (Nichole Bloom): è l’ex di Mike ed attuale ragazza di Matt. Molto intelligente e dotata di un carattere forte e dominante mal sopportato dagli altri ragazzi, si dimostrerà inoltre particolarmente sfuggente ai pericoli del gioco.
– Matthew “Matt” (Jordan Fisher): è il nuovo ragazzo di Emily molto calmo e gentile.
– Hannah e Beth (Ella Lentini): sono le gemelle scomparse ad inizio del gioco.

Until Dawn

AMBIENTAZIONE – Le ambientazioni risultano sicuramente ispirate, sia quelle all’aria aperta che quelle all’interno dello chalet e di diversi luoghi chiusi e claustrofobici. E’ bene sottolineare che siamo comunque al cospetto di un titolo lineare, di conseguenza le location non risulteranno mai davvero vaste, ma comunque ridotte in modo da mantenere il giocatore sempre nel vivo dell’azione. La telecamera fissa potrebbe non piacere a molti, ma l’impossibilità di girarla a piacimento è sicuramente d’effetto

Until Dawn

HORROR STORY – Until Dawn è largamente ispirato a diversi film, come i vari Saw, The Hole, The Skulls, My Little Eye e molti altri. Fin dall’inizio strani indizi e curiose coincidenze faranno storcere il naso ai protagonisti della storia che si ritroveranno in mezzo ad un turbinio di emozioni, paure e situazioni mortali.

Until Dawn

TOTEM – Durante il gioco, il giocatore può trovare diversi totem. Essi illustrano al giocatore un breve scorcio di un potenziale scenario futuro. Ci sono cinque diversi tipi di Totem, sulla base di credenze degli indigeni nativi americani che pensavano che le profezie arrivassero sotto forma di farfalle che ritenevano portatrici di sogni e premonizioni, con colori diversi in materia di significati diversi. Possono essere trovati nel gioco in modo casuale, ed essere presi e, guardandoli, mostrano un evento futuro, dando al giocatore la possibilità di evitare o seguire il destino visto a seconda delle scelte e le azioni compiute:

– Morte: le farfalle nere profetizzano la morte del sognatore. Se un giocatore trova questo, si preannuncia che il personaggio che controlla può essere ucciso in futuro.

– Pericolo: le farfalle rosse avvertono degli eventi pericolosi. Se un giocatore trova questo, si predice che un personaggio potrebbe trovarsi in pericolo.

– Guida: le farfalle gialle offrono visioni per aiutare e guidare. Se un giocatore trova questo, dà visioni al fine di prendere le decisioni giuste.

– Fortuna: le farfalle bianche portano sogni di fortuna e buon auspicio. Se un giocatore trova questo, raffigura buoni risultati del personaggio o dei suoi amici.

– Perdita: le farfalle marroni avvertono della possibile morte di un personaggio che il giocatore non sta guidando al momento. Il personaggio che trova questo, quindi, rischia in futuro di perdere un amico.

Until Dawn

MODALITA’ DI GIOCO – Until Dawn è un survival horror suddiviso in 10 capitoli. L’obiettivo principale del giocatore è cercare di far sopravvivere tutti i ragazzi, o almeno quanti più possibili, ai terribili eventi del gioco. Il giocatore guiderà tutti i personaggi principali (compresa Beth all’ inizio del gioco) e li farà muovere, come in un film interattivo, negli ampi spazi dei luoghi esplorabili durante il gioco. Sparsi per tali luoghi vi saranno, oltre che i totem che profetizzano possibili futuri scenari, vari oggetti da raccogliere ed elementi da investigare per ottenere indizi utili a risolvere man mano i misteri e le vicende antecedenti alla storia.

Until Dawn

LA SCELTA – Elemento chiave di Until Dawn sono le varie scelte nei dialoghi tra i personaggi e nei momenti critici del gioco da cui dipendono i rapporti tra i ragazzi e le statistiche specifiche di ciascuno di essi, tra cui anche la possibilità di sopravvivere di alcuni di loro, soprattutto tramite il sistema dell’effetto farfalla, per cui alcune scelte o azioni compiute sono alquanto determinanti, e possono cambiare l’esito degli eventi andando avanti nel gioco e, appunto, far dipendere la vita o la morte di un personaggio.

Until Dawn

QTE – Altro sistema determinante del gioco sono i “Quick Time Event“, presenti soprattutto nelle situazioni di panico e nelle fasi più concitate, in cui il giocatore dovrà premere il tasto raffigurato sullo schermo in un periodo di tempo brevissimo e, in caso di fallimento, si rischia di rallentare i movimenti del personaggio o metterlo in serio pericolo. A tal proposito, essenziali sono anche le fasi in cui al giocatore viene richiesto di tenere assolutamente fermo il controller, dato che anche il minimo movimento rischia di compromettere la situazione del personaggio che si guida e provocarne la morte istantanea.

Until Dawn

SENZA PIETA’ – Until Dawn, inoltre, ha un sistema di autosalvataggio alquanto inflessibile per cui una volta compiuta una scelta che ha importanti risvolti, in particolare, quindi, quelle legate all’ “effetto farfalla”, il gioco verrà subito salvato e sarà impossibile ritornare sui propri passi e rifare l’azione, a meno che non si ricominci da capo il gioco.

Until Dawn

Until Dawn si presenta in modo chiarissimo al giocatore, e fin dai primissimi momenti non lascia alcun dubbio su cosa ha da offrire, dal punto di vista ludico e narrativo. La formula narrativa proposta è accattivante e ben congegnata, seppur alcuni colpi di scena potrebbero risultare scontati se si seguono per filo e per segno sia i dialoghi dei personaggi che leggendo i vari indizi presenti nelle ambientazioni.

Until Dawn